Seguici su:

News

02/01/2020

Decreto Milleproroghe: posticipati al 30 giugno i termini d'iscrizione agli elenchi speciali

Time

Il D.M. 9 Agosto 2019 istituisce gli elenchi special ad esaurimento ai sensi del comma 4-bis, dell'art. 4, della legge 26 febbraio 1999, n. 42, introdotto dall'art. 1, comma 537, della legge 30 dicembre 2018, n. 145, il quale prevede che:

"ferma restando la possibilità di avvalersi delle procedure per il riconoscimento dell'equivalenza dei titoli del pregresso ordinamento alle lauree delle professioni sanitarie di cui alla legge 1° febbraio 2006, n. 43, coloro che svolgono o abbiano svolto un'attività professionale in regime di lavoro dipendente o autonomo, per  un periodo minimo di trentasei mesi, anche non continuativi, negli ultimi dieci anni, possono continuare a svolgere le attività professionali previste dal profilo della professione sanitaria di riferimento, purchè si iscrivano, entro il 31 dicembre 2019, negli elenchi speciali ad esaurimento istituiti presso gli Ordini dei tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione" .

Il decreto milleproroghe (D.L. 30 dicembre 2019 n. 162) posticipa al 30 giugno del 2020 i termini previsti per l'iscrizione agli elenchi speciali delle professioni sanitarie. Se ne occupa al comma 5 dell'art. 5 "proroga di termini in materia di salute", in cui è previsto quanto segue:

"All’articolo 4, comma 4-bis, della legge 26 febbraio 1999, n. 42, le parole «entro il 31 dicembre 2019» sono sostituite dalle seguenti: entro il 30 giugno 2020”.

Una proroga inevitabile in quanto la piattaforma informatica per l’iscrizione a tali elenchi speciali è stata attivata solo a decorrere dallo scorso 1° ottobre, riducendo così a soli 3 mesi il tempo utile entro cui procedere per rispettare i termini inizialmente fissati a fine 2019.

Circolare 1/2020 FNO: decreto legge 30 dicembre 2019 n. 162 “milleproroghe”

Lettura Interessante: Milleproroghe, per gli elenchi speciali c’è tempo fino a giugno 


Ultima modifica:
02/01/2020

torna all'inizio del contenuto